www.decanatodicondino.itwww.decanatodicondino.it
info@decanatodicondino.itinfo@decanatodicondino.it
Copyright © 2016 by "DECANATO DI CONDINO" - Tutti i diritti riservati
Privacy Policy
Cookie Policy
Messe festive nella Valle del Chiese
SABATO E VIGILIE
ore 18.00 Baitoni, Por
ore 18.30  Brione
ore 20.00 Bersone,  Cimego,
Lodrone

DOMENICHE E FESTE
ore 9.00  Castel Condino, Daone
ore 9.30  Bondone
ore 10.30  Creto
ore 11.00 Darzo
ore 18.00  Agrone, Prezzo
ore 20.00  Condino, Praso, Storo
Scarica la locandina
Scarica la nuva App gratuita
ORARI SANTE MESSE
della VALLE DEL CHIESE quindi fotografa il QR Code  oppure  vai all'indirizzo 
www.mondials.com/MESSE-CHIESE.html
usando il tuo  smartphone!
Se hai telegram e vuoi ricevere tutte le settimane il foglietto degli avvisi  o altre comunicazioni direttamente sul tuo cellulare iscriviti al canale Parrocchie della valle del Chiese.
https://t.me/parrocchiechiese
Parrocchie della Valle del Chiese - Diocesi di Trento
Rilfessione sul Vangelo
 
 
 

 

Cammino Sinodale
QUINTA DOMENICA DI PASQUA
22 maggio 2022
Vangelo di Giovanni - Gv 14,23-29
Riflessione di don Luigi Mezzi
 

Il Cammino Sinodale: cos'è?
Il Sinodo voluto e avviato su impulso di Papa Francesco è un percorso che si sta sviluppando e ci accompagnerà per alcuni anni e vedrà coinvolto tutto il popolo di Dio: l'intera Chiesa universale. L'essenza di questo percorso è riassunta nella stessa parola "sinodo" cioè "camminare insieme sulla via". Essere Chiesa, infatti, significa essere tutti insieme sulla strada, guidati dello Spirito Santo. Siamo in cammino con Gesù (Via, Verità e Vita), ma anche con tutte quelle persone che in questo tempo Dio ci fa incontrare nei nostri ambienti quotidiani: di lavoro, di servizio, di formazione, del tempo libero. Sono ambiti dove si mettono in gioco molte dimensioni della vita: la creatività, lo sviluppo delle capacità, l'esercizio dei valori, il dialogo con gli altri e dove sperimentiamo l'importanza delle relazioni tra noi. Per questo i primi due anni (2021-2023) verranno dedicati all'ascolto diffuso: dei fedeli, delle comunità, di chi finora non ha avuto voce e di realtà non strettamente ecclesiali ma ricche di valori umani e che proprio per questo devono essere ascoltate.
Si partirà da una domanda, articolata in due sotto domande, che però starà sullo sfondo in questo tempo di ascolto: Chiesa, per te? Che cosa suscita in te la parola Chiesa? Qual è la tua esperienza della comunità credente? Perché sullo sfondo? Non possiamo non apprezzare e ringraziare per i progressi conseguiti nei vari campi della ricerca, nel campo della formazione, nella qualità dei servizi alla persona, soprattutto ai più fragili. È il punto di partenza perché i luoghi della vita e la Chiesa possono entrare in un dialogo intenso ed efficace, operando affinché tutti gli uomini possano aprirsi alla speranza di un mondo nuovo. Quanto emergerà verrà inviato in Diocesi (camminosinodale@diocesitn.it) per un'elaborazione generale, che in seguito sarà rilanciata a tutta la Chiesa di Trento. Verrà pure inviato un testo sintetico alla CEI, che a sua volta farà un'elaborazione di tutte le riflessioni pervenute dalle Diocesi italiane. Quanto raccolto servirà per i successivi passi del Cammino sinodale. Lo scopo del Cammino sinodale non è produrre documenti, ma "... far germogliare sogni, susci-tare profezie e visioni, far fiorire speranze, stimolare fiducia, fasciare ferite, intrecciare relazioni, risuscitare un'alba di speranza, imparare l'uno dall'altro e creare un immaginario positivo che illumini le menti, riscaldi i cuori, ridoni forza alle mani" (Papa Francesco, 3 ottobre 2018). Attraverso questa esperienza non si vuole arrivare ad un'altra Chiesa, ma ad una Chiesa di tutto il popolo di Dio che sia diversa nel suo stile di camminare insieme. Una Chiesa più sinodale nel suo modo di essere e di agire.
Lettera del Vescovo 

 
 
Famiglia, bella storia!
Cresce anche in Diocesi di Trento l’attenzione allo speciale anno dedicato ad “Amoris Laetitia” e la preparazione al decimo Incontro mondiale delle Famiglie a Roma, in programma dal 22 al 26 giugno.
La festa in giugno a Pinè
Il Servizio Famiglia ha fissato al santuario di Montagnaga di Piné per venerdì 24 giugno, alla vigilia dell’Incontro mondiale di Roma, un momento di preghiera e di festa per le famiglie insieme all’arcivescovo Lauro con inizio alle ore 18 e conclusione alle ore 21 circa. In quell’occasione saranno anche mostrati e valorizzati i contributi predisposti dalle famiglie nell’apposito “concorso” lanciato sul sito diocesano e da Vita Trentina un mese fa.
Il “concorso” per genitori e figli
Sotto il titolo “Famiglia, bella storia” le famiglie trentine, in sintonia con il Cammino sinodale, sono invitate ad “uscire allo scoperto” e raccontarsi. Per descrivere come provino a dare concretezza all’amore familiare nelle gioie e nelle fatiche del giorno dopo giorno. E sottolineare come sia possibile vivere la santità nell’essenzialità della vita quotidiana. Per partecipare al concorso – come hanno spiegato nel video-lancio i referenti diocesani Donatella e Carlo Alberto Gasperi – basta inviare un’immagine, un testo, un breve video, un post sui social… descrivendo uno spaccato significativo della vostra vita famigliare. Ogni famiglia può scegliere più modalità comunicative. Gli elaborati dovranno essere inviati allegandoli al modulo di iscrizione sul sito diocesano e saranno poi rilanciati sui media diocesani. Per info: famiglia@diocesitn.it o 342-862.78.42.
Speciale giovani estate 2022
Famiglia, bella storia!
Famiglia, bella storia!
La Diocesi propone alcune interessanti proposte per i giovani che desiderano vivere un'esperienza di cammino, di preghiera e di servizio durante l'estate:

Taizé, dal 31 luglio al 7 agosto 2022
Vivere in tenda con giovani provenienti da tutto il mondo, in un clima di scoperta, condivisione, confronto e preghiera. Per info e iscrizioni (entro il 30 maggio): don Mauro tel. 347 9783386
Punta in alto. Sentiero Frassati, dal 25 al 30 agosto
100 km a piedi, da Arco a San Romedio.
Necessarie scarpe da ginnastica o trekking, sacco a pelo, zaino e Vangelo.
Per info: don Mauro tel. 347 9783386; iscrizioni entro il 30 maggio
Lourdes, dal 2 al 5 settembre
Pellegrinaggio diocesano per ammalati, personale e pellegrini, guidato dal vescovo Lauro.
Per i giovani, possibilità di svolgere servizio come dama o barelliere.
Per info, Servizio Pastorale giovanile: giovani@diocesitn.it; tel. 345 7060488
Pellegrinaggio Diocesano Anziani e Ammalati
Pinè - Domenica 12 giugno  2022
Programma:
ore 9.30 Processione dalla Piazza di Montagnaga alla Conca delle Comparsa - Ammalati e impossibilitati possono raggiungere la “Comparsa” con i pullman
ore 10.30 Canti e preghiere in preparazione  alla Santa Messa - Possibilità di confessarsi
ore 11.00 Celebrazione Eucaristica presieduta dal vescovo Lauro
ore 14.30 Rosario e benedizione eucaristica
Prenotazioni, fino ad esaurimento posti, entro  il 2 giugno:
- Bondone e Baitoni: Rita tel. 338 6368176
- Storo, Darzo e Lodrone: Giannina tel. 340 3738723
- Condino e Brione: Lucia tel. 331 1070628
- Cimego: Camilla tel. 320 7755539
- Castel Codino: Fiorino tel. 328 4811350
- Zona Pieve di Bono e Daone: Daria tel. 389 8026053
Quota spese pullman: Adulti € 15,00 - Ragazzi € 7,00
Orari partenze: Baitoni ore 7.00 - Storo ore 7.10
Condino ore 7.15 - Pieve di Bono ore 7.25
Roncone ore 7.35
Paraclito
"Il Paraclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà…"
Gesù prima di salire al cielo manda sui discepoli lo Spirito Santo e lo chiama Paraclito (avvocato), che ti sta vicino e ti difende nel momento della prova.
Lo Spirito Santo è la terza Persona della Trinità, “procede dal Padre e dal Figlio” ed “è Signore e dà la vita”, perché Creatore insieme al Padre e al Figlio.
Vari sono i simboli e le immagini con i quali è raccontato il suo agire:
La colomba che spesso notiamo dipinta o scolpita nelle chiese soprattutto sopra il Fonte Battesimale, ci ricorda che nei sette Sacramenti riceviamo lo Spirito Santo, è un animale mansueto, libero, pacifico.
Il fuoco perché riscalda, illumina, purifica dai virus bruciandoli, crea un’atmosfera di compagnia e amicizia vera, accanto al fuoco non si è mai soli, ci si sente abitati dalla sua presenza.
Il vento perché come lo Spirito Santo, non sai da dove venga e dove vada, ha in sé una grande forza e spazza via i germi del contagio; il vento è libero di agire dovunque, oltre le nostre ristrette visuali e l’azione della Chiesa.
Il dito della mano destra del Padre “digitus paternae dexterae” perché, insieme al Figlio, rappresentano le due mani creatrici del Padre; inoltre è la “mano” che ha scritto i libri della Bibbia, ispirando in prima persona gli Autori Sacri.
È chiamato ospite dolcissimo perché chi lo sa accogliere avverte una presenza positiva, discreta, spirituale, prudente, mai invadente, che crea comunione e non divisione dentro e fuori di sé.
Datore dei beni in quanto ci porta i suoi Sette Santi Doni: Sapienza, Consiglio, Fortezza, Scienza, Intelletto, Pietà e Timor di Dio.
Gesù parla anche del “peccato contro lo Spirito Santo che non verrà perdonato”, può essere visto come il rifiuto ostinato dell’amore di Dio e del suo perdono.
Noi non siamo esseri umani che vivono una esperienza spirituale, ma esseri spirituali immersi in una esperienza umana. (Teilhard de Chardin)