www.decanatodicondino.itwww.decanatodicondino.it
info@decanatodicondino.itinfo@decanatodicondino.it
Copyright © 2016 by "DECANATO DI CONDINO" - Tutti i diritti riservati
Privacy Policy
Cookie Policy
Messe festive nella Valle del Chiese
SABATO E VIGILIE
ore 17.00  Bondone
ore 18.00  Brione, Por
ore 18.30  Darzo
ore 20.00  Bersone,  Cimego

DOMENICHE E FESTE
ore 9.00  Castel Condino, Daone
ore 9.30   Baitoni
ore 10.30  Creto, Condino
ore 11.00  Lodrone
ore 18.00  Agrone, Prezzo
ore 18.30  Storo
ore 20.00  Praso
Scarica la locandina
Scarica la nuva App gratuita
ORARI SANTE MESSE
della VALLE DEL CHIESE quindi fotografa il QR Code  oppure  vai all'indirizzo 
www.mondials.com/MESSE-CHIESE.html
usando il tuo  smartphone!
Se hai telegram e vuoi ricevere tutte le settimane il foglietto degli avvisi  o altre comunicazioni direttamente sul tuo cellulare iscriviti al canale Parrocchie della valle del Chiese.
https://t.me/parrocchiechiese
Parrocchie della Valle del Chiese - Diocesi di Trento
Riflessione sul Vangelo
 
 
 

 

 

 
Fine settimana di spiritualità
Preparazione al Matrimonio
Domenica 5 febbraio
Vangelo secondo Matteo - Mt 5,13-16
Riflessione di don Luigi Mezzi
 
Assemblea Sinodale Giudicarie
POVERTA'

Sono 4.429 persone le persone in stato di bisogno incontrate dalla Chiesa di Trento nel corso del 2021 attraverso l’attività dei Centri di ascolto Caritas presenti sul territorio diocesano.  
2.901 sono stranieri (66%), 1.528 gli italiani (34%). Per loro, la Caritas ha erogato complessivamente un contributo economico di oltre 800 mila euro, concesso dopo colloqui di ascolto e un’attenta valutazione dei casi.
Il contribuito è frutto della solidarietà di singoli ed Enti pubblici a sostegno dei gruppi Caritas. Trento con 1758 casi, Alto Garda (1032) ...
Filippo istituito Accolito
 
Nel pomeriggio di domenica 8 gennaio 2023, festa del Battesimo di Gesù,  nella Chiesa di Pergine, l'Arcivescovo Lauro ha istituito Accoliti tre giovani del seminario diocesano:  Alberto Bolognani di Vigo Cavedine, Filippo Zanetti di Darzo e Federico Mattivi di Pergine e due candidati al diaconato permanente:  Ettore Barion di Torbole e Antonio Caproni della parrocchia di San Marco di Rovereto.
Alla cerimonia era presente anche don Andrea a tetimonianza della vicinanza e dell'affetto e della vicinanze a Filippo delle Comunità di Bondone-Baitoni, Darzo, Lodrone-Riccomassimo e Storo.

Guarda la celebrazione

"Io, il Signore, ti ho chiamato per la giustizia
e ti ho preso per mano"

Una scelta gioiosa e responsabile

VALLE DEL CHIESE
13/20/27 gennaio
3/10/17/24 febbraio
3/10 marzo
• Gli incontri avranno luogo il venerdì presso Oratorio di Condino alle ore 20.30
• Equipe animatrice: Elisa e Fabio - Alessia e Matteo - Caterina e Andrea
don Sergio Nicolli  tel.  335 6774735
don Luigi Mezzi  tel. 339 4610698

GIUDICARIE ESTERIORI
(Bleggio - Lomaso - Banale)
15/22/29 aprile
6/13/20/27 maggio
3/10 giugno
• Gli incontri avranno luogo il sabato presso l’Oratorio di Ponte Arche alle ore 20.30
• Equipe animatrice: Lucilla e Carlo - Michela e Mauro - Alessia e Silvano
don Sergio Nicolli tel. 335 6774735
don Gianni Poli tel. 389 7875914

TEMATICHE AFFRONTATE
• Comunicazione e dialogo di coppia
• Il lieto annuncio di Dio sull’amore umano
• La sessualità: gioia e responsabilità
• Stile di vita della coppia cristiana
• Fecondità, fertilità e procreazione
• Vita spirituale della coppia e della famiglia
• Il rapporto con le famiglie di origine
• Il Rito del matrimonio
Lo stile degli incontri prevede prevalentemente delle conversazioni dialogiche e offrirà alle coppie stimoli per il dialogo personale.


Lo stile degli incontri prevede prevalentemente delle conversazioni dialogiche offrendo alle coppie stimoli per il dialogo personale.
A partire da gennaio 2023  il Servizio Famiglia Diocesano propone “In cammino di preparazione al matrimonio cristiano” che prevede la partecipazione di un numero limitato di coppie (minimo 5, massimo 7-8)
Si tratta di percorso di 7-9 mesi che poi ogni gruppo può gestire come preferisce. Gli incontri sono proposti ogni 15 giorni, nel giorno stabilito dal gruppo stesso.
Durante il cammino si programma qualche giornata o un fine settimana da vivere insieme.
Pe informazioni contattare il Servizio Famiglia
tel. 342 862.78.42   mail: famiglia@diocesitn.it
L’Assemblea di zona dello scorso 14 gennaio ha offerto  una verifica ancora più approfondita dell’esperienza vissuta lo scorso anno nella fase ascolto. Nel corso dell’Assemblea, i gruppi composti da operatori e consiglieri pastorali di varie parrocchie si sono confrontati per più di un’ora ed hanno offerto una valutazione molto positiva del metodo sinodale: sia come “allenamento” ad uno stile di relazione meno giudicante e più esperienziale che dovrebbe sempre caratterizzare la vita cristiana, sia come sperimentazione di una pastorale in cui sono gli stessi laici a guidare e “facilitare” i gruppi.
Le sintesi curate dai membri laici del Gruppo di coordinamento e presentate da don Celestino Riz hanno ribadito un’attenzione specifica alla condizione giovanile e alla possibilità di coinvolgere i giovani quando si sono veramente ascoltati: è quanto si è verificato in alcuni gruppi di ascolto e anche negli incontri più occasionali con l’Arcivescovo. Un’ulteriore occasione si avrà quest’anno con il percorso di preparazione della Giornata Mondiale della Gioventù di Lisbona, alla quale ha annunciato la sua partecipazione anche don Lauro che accompagnerà in primavera gli adolescenti a piedi in un pellegrinaggio da Perugia ad Assisi.
Cogliendo alcune iniziative particolarmente significative negli ultimi mesi nei territori interessati (come l’impegno di alcune comunità in cui il parroco è stato assente per motivi di salute), l’Arcivescovo ha invitato a insistere nell’alleggerimento di un’impostazione troppo “pesante” della pastorale (“non dobbiamo trasformarci in un riunionificio”, ha detto), privilegiando alcuni appuntamenti verso i quali ogni parrocchia della Zona è chiamata a convergere: ad esempio, la preghiera del primo giovedì del mese per le vocazioni.
“La fede si trasmette per contagio e attrazione - ha aggiunto fra l’altro citando spesso Paolo VI e il card. Carlo Maria Martini - e dovremo, senza perderci in troppe teorie, saper raccontare la nostra fede anche con le persone che incontriamo al mercato”.
Sale
“…voi siete il sale della terra…”
Prima caratteristica del sale è l’umiltà: agisce scomparendo, sciogliendosi.
Nell’antichità aveva un grande valore, al punto che il lavoro veniva retribuito non in denaro ma col sale (salario); inoltre fino all’arrivo dei frigoriferi, l’unico modo per conservare i cibi era quello di metterli sotto sale.
Il sale cura le ferite, ma il suo uso più frequente è per dare sapore.
Oltre che per le necessità dell’uomo, il sale entra anche nella comunione con Dio, infatti le vittime dei sacrifici antichi venivano salate come garanzia della fedeltà all’alleanza e la moglie di Lot, nipote di Abramo, poiché si permise di voltarsi a guardare la città di Sodoma distrutta dall’ira del Signore, divenne una statua di sale, per cui il sale diventa simbolo del giudizio e della giustizia di Dio.
Un tempo, nel rito del battesimo, veniva messo in bocca al bambino appena battezzato un granello di sale, come augurio di saggezza.
A tale riguardo, a Storo un antico proverbio dice che “Se le çìne (formaggelle di capra) nài tìra la sàl da giùane (quando sono appena fatte), nài le tìra pö”: infatti se non si viene educati da piccoli, poi quando si diventa adulti non si può più rimediare.
“Voi siete il sale della terra”: Gesù non è un antipatico moralista insoddisfatto, che continua a rimarcare quello che dobbiamo essere o fare ma è realista e positivo, per questo dice chi siamo; “siete, non dovete essere”, perché la vita è saporita.
Una vita senza sale diventa insipida, ed il sale della vita possiamo coglierlo nella fede in Dio, nell’amicizia con le persone, nelle culture dei popoli.
Ma il sale va dosato, se è poco il cibo è insapore e se troppo diventa immangiabile; così dobbiamo imparare a dosare le parole, la curiosità, i giudizi e i pregiudizi.
Nelle ricette il sale non si pesa né si misura, ne basta un pizzico, quanto basta, e un buon cuoco sa quanto ne basta e sa assaggiare il cibo: così è anche nella vita, prima di giudicare bisogna assaggiare, cioè entrare nelle situazioni, rendersene conto e solo allora si può capire, comprendere e dosare.
“Ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato?” E se una persona perde la fede come potrà salvarsi?  Con la carità. “Tre sono le cose che rimangono: la fede, la speranza e la carità, ma la più grande di tutte è la carità”.
La casa - Cantiere di relazioni
Fine settimana di spiritualità
da sabato mattina 11 marzo a domenica pomeriggio 12 marzo
Animatore don Sergio Nicolli
Presso  l'Hotel Serena di Breguzzo
Costi:
- euro 85,00/a persona adulta, bevande escluse
- euro 90,00/a persona adulta, con acqua e vino della casa compresi
- euro 1,50/per persona per imposta di soggiorno (escluso 0-14 anni)
- nr. 1 gratuità per ogni famiglia per bambini fino a 5 anni
- sconto 50% per bambini da 6 a 9 anni
- sconto 20% per bambini da 10 a 12 anni
Per iscrizioni:
don Sergio Nicolli 335-6774735 - sergionicolli@gmail.com